2 dic 2008

Di tutte le cause

Certo, che di tutte le cause che si potevano supportare contro il governo, dal flop dell'Alitalia, al taglio delle facilitazioni energetiche, condito con ritorno al nucleare in pompa magna, o oppure al piano di supporto per l'economia che invece di assomigliare al New Deal sembra un elemosina.
Di tutto questo insomma, la causa per contrastare l'aumento dell'iva sull'abbbonamento di SKY è proprio la più stronza.
Ecco l'ho scritto...

(volevo chiudere con parole come stroxxa o str0nxa , ma poi mi pareva che comunicassero meno...)

4 commenti:

Miranda ha detto...

Per forza! Questo provvedimento mica va a toccare le pensioni, o a tagliare tempo scuola ed insegnanti, o a imbavagliare la magistratura... Stavolta non ha pestato i piedi ad uno qualunque... e questo c'ha pure le televisioni per combatterlo con la stessa moneta. Lupi che si sbranano tra loro... sarà uno spettacolo inusuale...vorrei però che l'opposizione ne stesse fuori...sogno...?

Taz70 ha detto...

Gia' cito il virgolettato: "Il governo - afferma Walter Veltroni - prende una misura che è un aumento delle tasse sulle famiglie, perchè non parliamo di famiglie ricche ma dei tifosi delle squadre di calcio".
Ecco per una volta si poteva stare zitti. Sono rassicurato dal fatto che in questo momento buio il PD pensi a tutelare i tifosi.
Questo lo si puo' rubricare sotto la voce del Maanchismo Walteriano. Della serie: "noi siamo per i circoli di scacchisti, ma anche per i tifosi di calcio".
Oppure anche al tentativo disperato che sta facendo il PD di "spalmarsi" sul più elettorato possibile, smarcandosi dalla vecchia nome di partito "elitario" e intellettualoide. E da questo punto di vista, bisogna dire che ci stanno riuscendo benissimo.

Alla fine del giro, il 10% in più sul prezzo di SKY credo che avrà un impatto trascurabile sulla base utente e sulle vendite.
Però che bello, Murdoch contro Silvio, scontro di Titani.
Cose che neanche nei film.
Dai retta a me, quella è gente che poi alla fine si mette sempre d'accordo...

alessio ha detto...

Veltroni e il veltronismo vedono solo televisione e cinema, tutto il resto sfugge alla loro attenzione: non appena Veltroni ha cominciato a parlare di cose al di fuori della "cultura" ecco che ti cadono le braccia.

Tutto quello che conta è il sottopotere televisivo, vedi le reazioni isteriche in seguito al giochino (possiamo anche chiamarla porcata) eseguito in Commissione di vigilanza sulla RAI con accuse di "regime", quando magari valeva la pena spendersele per qualcosa di più fondamentale.

Taz70 ha detto...

Mi verrebbe da dire che la Cinematografia e' l'arma più potente, anche se peccherei di diacronia.
Sto ancora ridendo per Villari. Ma come si è avvitato bene a quella poltrona lui.
Avete notato come non se ne parli quasi più.