06 nov 2008

E' inutile...

Oggi ,un po' di amici si sono affannati a segnalarmi l' ultime "boutade" del nostro presidente del consiglio.
Gaffe o cadute di tono da parte del nostro PRESIDENTEDELCONSIGLIO purtroppo non sono esattamente una novità.
Lui è notoin tutto il mondo, è uno specialista gaffeur. Prendete George W. incrociatelo con Hugo Chavez e avrete ottenuto l'idea archetipale, che si ha nel resto del mondo, del nostro PRESIDENTEDELCONSIGLIO.
Anche questo episodio, conferma la mia idea, che Silvio B., sia per usare un understatement, una persona un pò eccentrica.
Uno di quelli che non ha completamente sviluppato la parte di intelligenza emotiva che ti guida nei comportamenti sociali. Uno che tende a mescolare e a far confusione di contesti e codici comunicativi.

Seduto al tavolo con il primo ministro di uno dei paesi che ha rapporti abbastanza tesi con gli Stati Uniti cosa fa? Si mette a scherzare sul Presidente degli USA.
Fa delle battute abbastanza rilassate, quelle battute che potresti fare alla fine dell'incontro, quando ti sei alzato in piedi e vai a salutare i giornalisti che hanno seguito la delegazione.
Lui invece anticipa, inzia a scherzare quando è al tavolo con Medvedev con tanto di traduzione contemporanea attiva. Spero che i Russi abbiano riso. Qua lo spettacolo è stato abbastanza agghiacciante. Come ha proposto Luca Bottura, ho desiderato che dagli Stati Uniti ci mandassero rapidamente McCain in sostituzione, tanto a loro, non serve più.
Mi è rimasta, però rimasta una curiosità, ma come si dice "abbronzato" in russo?

Comunque inutile scandalizzarsi per l'accaduto. Ormai , Silvio B, ce lo terremo ancora per un bel po'.
Date retta e me: Ignoratelo.

05 nov 2008

Il buon giorno e Gasparri "l'Americano"

Un grazie a Luca Bottura di Radio Capital, stamattina in auto avevo le lacrime agli occhi ascoltando la sua tramissione: Lateral ( qua la trascrizione, ne vale la pena).
E poi ci si è messo anche Gasparri che ha subito creato i presupposti per un feeling molto positivo con il nuovo presidente, commentando l'elezione così: "Al Qaeda ora forse è più contenta".
Per chi ha il gusto dell'orrido collego anche l'audio.
Senza entrare nel merito della rozzezza argomentativa delle affermazioni di Gasparri, rimane solo un dubbio: Ma perché qualcuno sente il bisogno di aprire così positivamente con il neo presidente della nazione più potente del mondo? Gusto per l'idiozia pura?
Anch'io mi vergognerei per loro... se li avessi votati! :-)

02 nov 2008

L'eredità di Bush

Come il nostro presidente del consiglio, anch'io non ho alcun dubbio che il presidente W. Bush sarà ricordato nella storia degli Stati Uniti.
Scopro oggi, grazie ad Alessio, che anche il Fukuyama , storico alfiere della destra americana, pensa che Bush sia riuscito a distinguersi come presidente. La presidenza Bush è stata talmente singolare che lo stesso Fukuyama voterà per Obama così da prendere le distanze da tutta l'ala Repubblicana dopo i disastri di creati da W..
Devo ancora capire se Bush, nella graduatoria tra i peggiori presidenti degli Stati Uniti, verrà prima o dopo Nixon.
Il problema è che in questi anni si è lavorato molto per rivalutare la figura di "Tricky Dicky", e per questo credo che alla fine, George Walter "Cespuglietto" abbia buone chances di spuntarla diventando il primo di quella lista.