08 ott 2007

Guerre

Mio figlio:Babbo cosa stai registrando?
Io: Oh niente e' un film su una guerra di tanto tempo fa.
F: Quale?
I: Oh c'era una città in asia, si chiamava Troia ed era abitata da grandi commercianti. Anche la grecia era abitata da grandi mercanti, e ai greci, i troiani non piacevano molto. Aspettavano solo una scusa per muovere guerra?
F: Perché
I: Perché? Già perché? Perché .... per muovere guerra, diciamo che ci vuole una buona scusa, non è che ti puoi alzare la mattina e muovere guerra a qualcuno, insomma serve un pretesto.
F: ah!
I: Si insomma i greci erano li che aspettavano un pretesto, quando uno dei principi troiani, Paride, si invaghì di una bella greca, Elena e la rapì. Ora Elena era la moglie di Menelao un greco abbastanza importante e questo permise ai greci di trovare il pretesto che cercavano.
Alla fine mise insieme una flotta di mille navi e partirono per Troia.
F: e fecero una grande battaglia...
I: Si, ne fecero più d'una, ci rimasero dieci anni li a darsele con i Troiani e alla fine vinsero i greci, ma solo con un colpo di furbizia.
F: Ma c'erano i militari?
I: Mmmm tutti quei greci e troiani erano guerrieri. C'era gente come Ulisse, Agamennone, Aiace, Ettore, Menelao, Achille, Patroclo e molti altri.
F: E morirono tutti?
I: Ah si questa e' una sicurezza, e' passato cosi' tanto tempo che adesso troiani, greci, belli e cattivi, buoni e brutti adesso sono morti tutti. Se ti interessa te lo faccio vedere quel film, magari domani.
F: Mmmm si, mi leggi i Barbapapà stasera?
I: Certo. Quale storia?
(Giuro che e' andata così...)

07 ott 2007

Il consenso e il mandato

C'e' qualcosa che non riesco a capire, ma se qualcuno era seduto al tavolo con il governo e ha firmato l'accordo per lo welfare, e se qualcuno rappresentava legalmente i sindacati, perchè adesso e' necessario fare un referendum per avvallare un impegno già preso?
Deve esserci dietro un problema di leadership o di rappresentanza.
Sono l'unico che trova delirante questa situazione?