15 nov 2008

Sabato pomeriggio

E' un periodo che sono di umor nero.
Quando sono in questo stato d'animo, so che devo tenermi lontano da certe tematiche, altrimenti mi incattivisco fino ad avvelenarmi l'animo.

E' per questo che non farò un post sulla Diaz. Purtroppo, non mi aspettavo altro e quando hanno iniziato a ritardare l'uscita del verdetto si è subito capito che non sarebbe finita bene.
Mi viene da pensare solo che l'Italia è un po' più sporca di come dovrebbe essere e che d'ora in avanti la gente avrà ancor meno fiducia sulla capacità del nostro sistema di correggersi e fare pulizia.

Ho visto che nell'ultimo periodo tendo a scrivere delle articolesse insopportabili, non scriverò neanche sulla storia di Beppino e Eluana Englaro.
Ai tipi esaltati del movimento della vita auguro solamente di non trovarsi mai nella situazione del padre di Eluana.
Gli chiederei anche di fare un passo indietro e mandar via le telecamere, ma è gente che forte di una missione superiore, ha purtroppo perso il senso del pudore.
Non sentono.

Quando ho questi momenti di sconforto trovo invece rinfrescante dare una lettura al blog di Scott Adams.
Per chi non lo conoscesse, dirò solo che Adams e' noto come il disegnatore/creatore di Dilbert.
Ingegnere delle telecomunicazioni, in principio, ha avuto anche modo di firmare anche un po' di specifiche dell'ISDN prima di diventare cartoonist full time con Dilbert.
Con questa striscia mostra in modo dissacrante l'idiozia e l'avidità imperante del mondo delle grandi corporation.
Il suo è un punto di vista sempre originale, a volte quasi delirante. Nella sua originale nerditudine riesce ad essere profondo, e in generale, divertente.
Guardate che cosa scrive cercando i lati positivi dell'attuale recessione.
Refreshing..

4 commenti:

juhan ha detto...

è un creazionista!
io diffido dei tipi come lui, alla funari, grillo, ...

Taz70 ha detto...

Mah è una questione di simpatie direi.
Personalmente trovo interessante chi ha punti di vista differenti dai miei, purché li proponga in modo argomentato e razionale.

Da questo punto di vista, come scrivi tu, S. Adams è un polemista, nel senso che ama trattare argomenti comuni da punti di partenza estremamente originali.
Non è sicuramente un creazionista o un patito dell'ID.
Vedi per esempio questo post:
http://dilbertblog.typepad.com/the_dilbert_blog/2007/03/fossils_are_bul.html

Il paragone con Funari o Grillo mi sembra quanto mai fuori luogo. S Adams vive con i propri fumetti e i libri tratti da questi.
Non va in televisione, non fa il caporione, e non sottende a nessun tipo di complotto.
E' polemista per il gusto di esserlo.
Mi trovo molto raramente d'accordo con lui, ma come ho scritto, trovo i suoi punti di vista "Rinfrescanti".
Ciao

Miranda ha detto...

passato l'umor nero?
spero di sì...certo ciò che ci circonda oggi (stendiamo un velo pietoso) non contribuisce a tirare su il morale. Beh...comunque buon fine settimana, io cercherò di riposarmi, ne ho davvero bisogno...
un bacio

Taz70 ha detto...

Grazie,
L'umor nero, grazie al cielo, viene e va. :-)